WAB | Macchine per imbottigliamento  Bottling machinery

© 2014 WAB S.r.l. – Unipersonale
Sede legale:
Strada Provinciale per Neviano 86
43029 Traversetolo PR Italia
Codice Fiscale e Registro Imprese di Parma: Nr. Iscrizione 01931540346
Partita Iva: IT 01931540346
Capitale Sociale: EUR 51.652,00 i.v.

LAVACANNE “SW”: Rigenerazione delle canne per l’essiccazione della pasta lunga

Una pulizia efficace e veloce, con la massima riduzione dei costi

La lavacanne “SW” della WAB è una macchina unica e innovativa, coperta da brevetto. Ripristina e mantiene ai livelli ottimali le condizioni superficiali delle canne su cui poggia la pasta alimentare di tipo lungo durante il processo di essiccazione.

L’eliminazione dei fermi di produzione e della serie addizionale di canne, insieme ad una forte riduzione dei costi di manodopera, determinano un tempo di ritorno dell’investimento estremamente vantaggioso.

Il massimo livello di Qualità senza interrompere la produzione

Il recupero della cavallotta consente un notevole risparmio di materie prime. La reintroduzione dello sfrido nell’impasto non altera le fondamentali caratteristiche alimentari della pasta, a patto che le sue proprietà rimangano invariate.

L’eccessivo accumulo di patina comporta una sostanziale e percettibile variazione di colore, un cambiamento della rugosità e della consistenza di questo strato. Talvolta alcune cavallotte possono rimanere attaccate alle canne, e percorrere il GPL più volte, assoggettando così quelle porzioni di pasta a numerosi processi di essiccazione. Il recupero dello sfrido con una consistenza o un colore troppo alterati può generare delle non conformità.

Il ciclo di rigenerazione della lavacanne “SW”

Le canne subiscono un ciclo di trattamento di lavaggio e spazzolatura per rimuovere in una sola passata i depositi incrostati lungo tutto il profilo delle canne.

La fase di lavaggio può essere svolta a freddo o a caldo, in funzione dello sporcamento delle canne. Nel ciclo più intensivo si realizzano fasi di lavaggio e spazzolatura con una soluzione calda di acqua e detergente alcalino; un risciacquo con acqua calda o fredda rimuove i residui ed il detergente. La fase di asciugatura segue la fase di risciacquo; successivamente le canne sono ricoperte con un sottilissimo velo di olio. I parametri del ciclo di trattamento sono configurati con un sistema a ‘ricette’.

 

Caratteristiche Tecniche

Lunghezza delle Canne: 2000 mm e 2500 mm (lunghezze speciali su richiesta)
Velocità di Produzione: da 500 Canne/h a 2000 Canne/h
Potenza Installata: 16 kW
Fluidi impiegati: Detergente alcalino; Acqua; Olio alimentare; Aria compressa

Versione “Automatica” e “Manuale

SW “Automatica”
  • È stabilmente installata nella zona terminale del GPL (discensore).
  • Si interfaccia con il discensore, da cui riceve le canne da trattare e a cui le restituisce dopo il trattamento, con scarico sincronizzato.
  • Adatta la propria cadenza a quella del discensore, senza interferire con la produttività del GPL.
SW “Manuale”
  • Può essere installata lontano dal GPL, in un luogo adeguato dello stabilimento.
  • Le canne sono caricate a mano sulle guide d’ingresso.
  • Lo scarico avviene per caduta e le canne possono cadere direttamente nelle casse di stoccaggio.
  • La cadenza di lavoro è data dalla capacità di carico dell’operatore.

Automazione per il dosaggio del detergente

Riscaldamento dei fluidi

Galleria Immagini

[vc_teaser_grid grid_columns_count=”2″ grid_content=”teaser” grid_layout=”title_thumbnail_text” grid_link=”link_post” grid_link_target=”_self” grid_template=”grid” grid_layout_mode=”masonry” orderby=”date” order=”DESC” grid_posttypes=”post” grid_thumb_size=”thumbnail” grid_taxomonies=”post_tag” grid_teasers_count=”Tutti” grid_categories=”sw-it,”]